Per le amanti dei capelli lisci, l’uso del phon ma soprattutto l’utilizzo ripetuto della piastra può portare ad un vero e proprio indebolimento del capello a causa del calore eccessivo che danneggia irreparabilmente il film protettivo esterno che ogni capello ha, per proteggersi naturalmente dagli agenti esterni, come il freddo, il vento, il caldo, l’umidità, lo smog, l’inquinamento, ecc.

Oggi sul web troviamo tantissimi tutorial di metodi che permettono di ottenere un liscio perfetto senza piastra: uno di questi ultimi e curiosi metodi fai da te molto diffuso tra le beauty blogger amanti del liscio è la ruota svedese. Si tratta di una tecnica di asciugatura così basilare da sembrare avveniristica, utile per stirare al massimo chiome mosse o ricce, senza bisogno del calore di asciugacapelli o piastre.

Se anche voi siete fan del capello liscio, questa tecnica chiamata piega alla svedese fa al caso vostro. Non sappiamo se si chiami così perché è stata inventata da una svedese o perché si usava in Svezia, ma non si tratta di una tecnica nuova, anzi: veniva, infatti, usata già prima dell’invenzione della piastra dalle nostre nonne e quindi senza strumenti “tecnologici”.

In questo articolo vedremo perché la piastra danneggia i capelli e vi spiegheremo nel dettaglio la tecnica della ruota svedese, consigliandovi come realizzarla a casa, da sole, in soli 4 step!

Ruota svedese

Perché la piastra danneggia i capelli?

Quando la temperatura della piastra per capelli supera i 180° gradi il sottilissimo film protettivo presente sul capello viene danneggiato e i capelli diventano secchi, fragili e spenti. Considerando che le moderne piastre per capelli possono superare anche i 230° gradi, si corre il pericolo di ritrovarsi con capelli rovinati, che si spezzano facilmente, crespi, che si elettrizzano, per non parlare poi della proliferazione delle doppie punte, che diventano anche triple e quadruple.

Per evitare tutti questi problemi, se proprio non si riesce a non utilizzare più la piastra, sarebbe meglio limitarne l’utilizzo a una sola volta alla settimana, utilizzarla solo sui capelli asciutti e non bagnati, e preferirne una con le piastre in ceramica che è meno aggressiva sui capelli. In alternativa, mollate la piastra e preferite un metodo di asciugatura e stiratura naturale come quello che stiamo per proporvi!

Che cos’è la ruota svedese?

La ruota svedese è una tecnica che consiste nell’avvolgere letteralmente la propria testa con ciocche di capelli bagnate fissandole lungo il capo, creando proprio una sorta di ruota attorno alla testa con le lunghezze, e lasciarle asciugare in modo naturale all’aria, senza utilizzo di phon e piastra.

Si tratta di un metodo di asciugatura a freddo, infatti la ruota svedese deve essere effettuata sui capelli bagnati oppure molto umidi. Pertanto per prima cosa è necessario lavare i capelli, per poi tamponarli con un asciugamano, senza utilizzare il classico phon. Vi consigliamo di provare questa messa in piega in estate, evitandola in inverno quando i capelli bagnati non sono certo raccomandabili in presenza di temperature rigide che possono portare dolore come mal di testa o alla colonna cervicale.

Se avete i capelli lunghi, almeno alle spalle, insieme a molta pazienza e tempo libero, armatevi di questi semplici strumenti e seguite il nostro tutorial per la ruota svedese! Sicuramente le prime volte sarà molto impegnativa soprattutto la fase di avvolgimento, ma, dopo che avrete acquisito più praticità, tutto risulterà più semplice. Chiedendo per le prime volte aiuto alla mamma o alla nonna, magari scoprirete che loro la conoscono benissimo. Il grande vantaggio è che è totalmente a costo zero e anche a impatto ambientale nullo.

Ruota svedese cos'è

Come si effettua la ruota svedese?

Tutto ciò di cui avete bisogno per effettuare la piega svedese è:

  • due bigodini grossi e lunghi
  • mollette, preferibilmente i becchi d’oca, lunghe e con una bella apertura
  • un foulard grande o un turbante in microfibra
  • una spazzola a denti larghi o un pettine

Una volta che vi siete procurate questi strumenti, seguite questi semplici step:

  1. Pettinate per bene i capelli già tamponati in modo da sciogliere eventuali nodi e, se lo preferite, distribuite su tutta la lunghezza un prodotto lisciante o anti-crespo. Dividete i capelli in due sezioni facendo una riga in mezzo e, partendo dal centro della testa, prendete due grosse ciocche e avvolgetele intorno ai due bigodini e fissateli con delle mollette. È necessario prestare la massima attenzione a non eseguire delle ciocche né troppo avanti, né eccessivamente indietro, sapendo calcolare che una deve essere nella parte centrale mentre l’altra un po’ più avanti.
    ruota svedese step 1

    Fonte: www.natashastefanenko.com

     

  2. Partendo da uno dei due lati della testa, prendete una ciocca libera sul davanti, pettinatela bene e, partendo da un orecchio verso l’altro, avvolgetela tutta intorno alla testa, schiacciandola bene su di essa e fissandola alla fine con un beccuccio. Procedete con calma avvolgendo accuratamente tutte le altre ciocche attorno alla testa e fissandole con i beccucci per fermare bene il tutto: soltanto in questa maniera sarà possibile conferirgli la giusta piega. Se i capelli sono scalati, ci vorranno un po’ di beccucci in più per non avere le ciocche che cadono. Dovrete fondamentalmente far ruotare i vostri capelli intorno alla testa, coprendo in parte anche la fronte fino ad ottenere una sorta di turbante.
    Ruota svedese step 2

    Fonte: www.natashastefanenko.com

     

  3. Avvolgete la testa in un foulard o mettete un turbante in microfibra e andate a dormire o attendete che si asciughino in modo naturale. Il tempo di asciugatura varia a seconda della lunghezza e dello spessore del capello: si va da un minimo di sei ore fino a sette ore. Il turbante serve sia a fissare le ciocche, sia ad evitare che il tessuto del cuscino crei elettricità statica a contatto con i capelli. Se non volete lasciare i capelli completamente bagnati, potete asciugarli un po’ con il phon a temperatura bassa.
    Ruota svedese step 3

    Fonte: www.natashastefanenko.com

     

  4. Trascorso il tempo necessario, togliete il foulard e liberate i capelli dai beccucci in maniera inversa rispetto a come li avevate messi. Spazzolate i capelli con delicatezza ciocca per ciocca e se volete dare forma alle punte potete rifinire con il phon.

A questo punto il gioco è fatto: avrete ottenuto una perfetta piega liscia senza stressare in alcun modo i vostri capelli!