Chi di voi non desidererebbe mantenere il piacevole colorito estivo anche in inverno? Tutte credo, perché un’abbronzatura moderata e naturale, ottenuta in totale sicurezza con le adeguate protezioni, rende il viso più radioso e il nostro aspetto decisamente più sano.

Tuttavia, al termine della stagione estiva, il bel colorito ottenuto magari con fatica, tende a svanire piuttosto rapidamente: c’è chi ricorre all’utilizzo delle lampade abbronzanti e chi, evitandone i danni, decide di ricorrere al semplice make-up attraverso l’utilizzo di prodotti cosmetici adeguati e in grado di garantire un incarnato abbronzato senza sacrifici e molto rapidamente: un esempio è sicuramente rappresentato dalla terra abbronzante, cosmetico che, con qualche piccolo accorgimento, ci consente di apparire belle ed abbronzate in maniera molto semplice, per tutto l’anno o solo quanto lo desideriamo.

Terra abbronzante: di che si tratta?

La terra abbronzante è un cosmetico che conferisce al viso un aspetto luminoso e colorito tutto l’anno: in estate aiuta a enfatizzare l’abbronzatura vera e propria, mentre in inverno conferisce alla pelle un piacevole colore dorato che simula l’abbronzatura ma sempre in maniera molto naturale. Si differenzia dalla classica terra per il contouring in quanto quest’ultima risulta perfettamente opaca proprio per consentire di ricreare giochi di luci e ombre se applicata su specifiche sezioni del viso per enfatizzarne volumi e forme, mentre la variante abbronzante risulta satinata, spesso contiene particelle micro-riflettenti o perlate che illuminano l’incarnato,  apportando comunque pigmentazione.

Altra macroscopica differenza riscontrabile se comparata alla classica terra per contouring, è sicuramente rappresentata dai colori in cui viene proposta: la terra abbronzante è infatti solitamente calda, caratterizzata da sfumature rosate o arancio difficilmente spente o neutre, mentre, al contrario, quella per contouring è quasi sempre caratterizzata da colorazioni piuttosto fredde o comunque neutre, proprio per consentire di valorizzare i tratti somatici in maniera pur sempre piuttosto naturale.

terra abbronzante

Scegliere la colorazione più adatta al nostro naturale incarnato

Per scegliere quella che è la colorazione più adatta a noi, esiste una regola basilare: se vogliamo ottenere un effetto sano e naturale, tale regola consiglia che la terra sia due toni al massimo (sempre meglio uno) più scura rispetto all’incarnato, assolutamente mai più chiara o uguale. Non cadiamo negli eccessi che risulterebbero decisamente antiestetici e fittizi quanto dozzinali!

Scegliere la tonalità maggiormente adatta a noi non è molto differente rispetto alla scelta di un fondotinta, specie se adottiamo qualche piccolo accorgimento: evitiamo le nuance troppo aranciate prediligendo colori quali miele, bronzo, oro o color carne/rosato.

  • Su pelle chiara: è sempre preferibile adottare una tonalità che va dal nocciola al caramello, preferibilmente con sottotono caldo ma non eccessivamente accentuato.
  • Su pelle scura: ovviamente in questo caso la scelta ricade su tonalità preferibilmente più scure e marcate quali cioccolato, caffè o mogano avendo cura di selezionare la declinazione che risulta più armonica rispetto alla nostra pelle

Tipologie di terra abbronzante

La terra abbronzante viene proposta in numerose tipologie tutte differenti e che possiedono specifiche caratteristiche che variano in funzione del tipo di pelle e della texture che prediligiamo per questo genere di prodotto:

  • compatta: caratterizzata da polveri pressate, è sicuramente la variante più utilizzata perché versatile e facile da applicare.
  • in crema/fluida: caratterizzata da una texture leggera e fondente, è indicata per pelli secche e per chi desidera un intensità leggera e un effetto finale molto naturale.
  • in polvere: spesso proposta nella versione minerale, è molto modulabile e risulta leggera e naturale, solo leggermente più difficile da applicare pur risultando un’ottima alternativa.
  • in stick: comoda e facile da applicare, è indicata per effettuare veloci ritocchi fuori casa, anche se necessita di un’applicazione più accurata e leggermente più laboriosa.

terre abbronzanti

Applicazione della terra abbronzante

Per quanto riguarda l’applicazione della terra abbronzante è sempre opportuno seguire una serie di step utili per ottenere un effetto finale naturale e luminoso.

È bene effettuare un semplice passaggio per poi procedere all’applicazione del prodotto: si opacizza il viso con una cipria trasparente o HD in modo da assorbire eventuale presenza di sebo nel caso di pelle mista/grassa, od opacizzare eventuale fondotinta applicato precedentemente in modo che a contatto con la successiva polvere o crema colorata non determini antiestetiche macchie. Questo step risulta fondamentale anche per incrementare la tenuta della terra che se applicata d’estate, con il calore, necessita ovviamente di una base adeguata.

Molto importante è anche la scelta del pennello adeguato: quello ideale possiede un taglio di setole tondo, di media grandezza e che risulti morbido e flessibile in modo da diffondere e sfumare il prodotto per un risultato uniforme e naturale. Sconsigliato invece il pennello angolato, indicato solo se desideriamo applicare il blush o conferire profondità solo ad alcune zone del viso come nel contouring.

Per quanto riguarda invece l’applicazione vera e propria, si procede per step:

  • Si parte sempre dalle zone centrali del viso, quindi fronte, naso e mento, per poi procedere gradualmente verso l’esterno con delicati movimenti circolari che aiutino a diffondere uniformemente il prodotto.
  • La fronte, il naso, il mento e la sezione alta degli zigomi sono le zone del viso che di fatto si abbronzano più facilmente: proprio per questo motivo, la terra va applicata insistendo su questi punti per conferire un colore più intenso e creare volume nel viso che, al contrario, rischierebbe di appiattirsi eccessivamente.
  • Famosa, infine, la tecnica impiegata da moltissimi make-up artists che utilizzano come esempio il “numero 3”: tale tecnica consiste nel disegnare un tre, partendo dalla fronte, toccando gli zigomi fino a scendere verso la mascella in modo da ripartire il colore nella maniera ottimale per valorizzare i tratti del viso donando naturalezza e luminosità.

Ricordiamoci sempre che un’applicazione leggera e delicata assicura un effetto piacevole e naturale. Evitiamo gli eccessi in virtù del fatto che l’abbronzatura naturale ci valorizza proprio perché più delicata e visivamente diversa rispetto a quella ottenuta dalle lampade abbronzanti. Se il nostro incarnato è particolarmente chiaro, scegliamo sempre una colorazione adeguata e non troppo scura che determini un colorito sano che non cada nell’artefatto.

In commercio è sicuramente facile reperire il prodotto che meglio si addice alle nostre esigenze: impariamo a sperimentare sempre finish e texture differenti fino a trovare ciò che fa al caso nostro, che illumini, valorizzi e mostri il nostro viso in tutta la sua bellezza!

Terra abbronzante