Spugna di konjac

Sapete ormai che tutte le novità in tema di skincare arrivano principalmente dalla Corea, Paese senza dubbio all’avanguardia per tutto ciò che concerne la cura del viso come testimoniamo le pelli compatte, lisce e luminose delle donne orientali. Vi abbiamo già parlato del trend delle maschere viso in tessuto e di novità trucco come il fondotinta cushion. Uno dei tanti prodotti arrivati negli ultimi anni anche sui nostri mercati è la spugna di Konjac, un trattamento di bellezza 100% naturale e vegano per la pulizia viso. Ma andiamo per ordine e vediamo cos’è questo materiale dal nome e dalla provenienza esotica.

Cos’è il Konjac?

Il konjac, conosciuto anche con il nome di konnyaku, è una pianta perenne asiatica nativa della zona subtropicale orientale asiatica. Si tratta di una radice che cresce ad alte quote e che viene utilizzata anche in cucina. Contiene proteine, carboidrati, ferro, fosforo, rame, zinco, moltissime vitamine (A-B1-B2-B6-B12-C-D-E) e acido folico. Essendo naturalmente alcalina bilancia l’acidità del grasso e delle impurità rilasciate dalla pelle mantenendo il pH della pelle neutro.

Benefici del Konjac

Il Konjac ha una serie di benefici che rendono questo prodotto adatto a tutti i tipi di pelle

  • è composto al 100% da fibre vegetali naturali
  • è ricco di minerali e antiossidanti
  • è atossico
  • non contiene impurità e sostanze inquinanti
  • rispetta l’ambiente
  • 100% cruelty free e certificato come vegano
  • naturalmente sostenibile
  • sicuro per l’ambiente
  • è un prodotto “buono” nei confronti dell’ambiente e della pelle
  • è privo di coloranti
  • non contiene additivi
  • 100% biodegradabile

Una delle caratteristiche principali del konjac è senza dubbio la delicatezza. La texture della spugnetta è infatti più delicata di un normale scrub e questo la rende adatta ad essere utilizzata come esfoliante giornaliero. Può quindi essere usata su qualsiasi tipo di pelle, da quelle sensibili a quelle che soffrono di acne rosacea.

Spugna di Konjac: le tipologie

Esistono diverse tipologie di questa spugna create per rispondere alle diverse esigenze della pelle. Alla classica spugna possono essere aggiunte ulteriori sostanze, argilla principalmente, per adattarsi alle diverse tipologie di pelle.

Spugna Viso 100% Pure Konjac

È stata la prima ad arrivare sui mercati. Si tratta della spugna classica, bianca, pura al 100% e realizzata utilizzando esclusivamente le radici della pianta Konjac senza aggiunta di altre sostanze. È indicata per tutti i tipi di pelle, anche per quelle molto sensibili.

Spugna Viso Konjac e Argilla Rossa Francese

È l’ideale per le pelli secche e mature. Questa spugna grazie alla presenza di argilla rossa è ricca di ossido di ferro ed è perfetta per eliminare le cellule morte e accelerare il processo di rigenerazione della pelle.

Spugna Viso Konjac e Argilla Verde Francese

La presenza dell’argilla verde con le sue micro molecole assorbe olio, batteri e sporco e disintossica la pelle. La funzione antibatterica unita all’azione esfoliante la rende adatta a pelli miste e grasse.

Spugna Viso Konjac e Argilla Rosa Francese

L’argilla rosa, mix di argilla rossa e bianca, è quanto di meglio possa desiderare una pelle stanca, danneggiata e devitalizzata. Grazie alle sue proprietà dona elasticità e una nuova luminosità alla pelle. È consigliata a pelli particolarmente stressate come quelle sottoposte all’esposizione del sole o che soffrono condizioni climatiche quali aria condizionata o riscaldamento climatizzato.

Spugna Viso Konjac e carbone di bambù

Per la pelle grassa e con punti neri la soluzione ideale è il carbone di bambù. La presenza di carbone attivo e altri minerali aumentano la capacità di assorbimento di questa spugna che si candida ad essere perfetta per rimuovere il sebo in eccesso.

A queste si aggiungono poi tipologie particolari come quella corpo, quella sport e la baby. La prima, più grande di quelle viso e rettangolare, ha le sembianze di una classica spugna da bagno ed è pensata per esfoliare il corpo. Quello che caratterizza la versione sport è invece una pratica custodia per riporla e portarla facilmente con sé. Per la pelle ultrasensibile di neonati e bambini ne è poi stata creata una in una versione più morbida e delicata.

Come utilizzare la spugna di Konjac

A differenza dei dispositivi elettronici (quali Clarisonic, Foreo, ecc) studiati per la pulizia del viso che basano la loro efficacia su rotazioni, oscillazioni e vibrazioni la spugna di Konjac deve tutto alle proprietà intrinseche nel materiale stesso. L’utilizzo all’interno della propria routine quotidiana consente di rimuovere efficacemente impurità, sebo e punti neri.

Appena estratta dalla confezione in cui è inserita la spugna si presenta asciutta, secca e dura. L’aspetto è simile a quello della pietra pomice anche se la consistenza è molto diversa. La superficie è bianca e porosa. Per poterla utilizzare è necessario immergerla in acqua calda per almeno 3 minuti. Una volta lasciata nell’acqua assorbe ovviamente il liquido in cui è immersa e diventa morbida e facilmente strizzabile. Da bagnata la spugna si presenta con una sorta di patina gelatinosa che le permette di scorrere bene lungo il viso. Questo consente di detergere e esfoliare leggermente la pelle senza irritarla.
Può inoltre essere utilizzata con un detergente diventando un ottimo prodotto per struccare il viso anche se, a nostro avviso, svolge meglio il suo compito utilizzata da sola. Una volta inumidita va semplicemente passata sul viso con movimenti circolari.

Terminata l’operazione di pulizia è sufficiente risciacquare la spugna e strizzarla bene per poi appenderla grazie all’apposito filo e lasciarla asciugare. È molto importante che questa attività venga svolta correttamente per evitare che si formino muffe o proliferino batteri sulla spugna.

 

Dove acquistarla

Sul mercato italiano è ormai diffusissima e reperibile su diversi siti ecobio, da Sephora e Kiko.

Sul sito Sephora sono presenti le spugne konjac del brand francese (una nella versione classica e l’altra con carbone di bambù) e quelle di Erborian (in tre differenti varianti), il costo varia da 6,90€ per le prime ai 9,90€ delle seconde.

La spugna di Konjac che abbiamo provato è la versione bianca di Sephora, proposta all’interno di una confezione trasparente nella parte anteriore. Questo consente di poter visionare il prodotto all’interno della confezione chiusa. La spugna è grande come il palmo di una mano, è riutilizzabile e se usata correttamente può durare fino a 3 mesi.