Fin da quando ero adolescente, come penso abbia fatto la maggior parte dell’universo femminile, ho passato ore davanti allo specchio torturandomi il volto nel vano tentativo di togliere punti neri, brufoletti e impurità, ottenendo nella maggioranza dei casi l’effetto contrario; ovvero un viso irritato ed arrossato con molti più sfoghi, che soltanto strati di un ottimo fondotinta hanno saputo nascondere.
Girovagando sul web, alla ricerca di qualcosa di valido e possibilmente miracoloso mi sono imbattuta in questa maschera e ho pensato immediatamente: “Tentar non nuoce!”; ed ecco direttamente dalla Corea la maschera natural charcoal peel-off mask, che si ispira alla famosissima luminizing black mask di Boscia.

Questo prodotto nasce come maschera per rimuovere i punti neri, minimizzare i pori e rendere liscia e levigata la pelle del viso.

Ho voluto testare questa maschera per diversi motivi: principalmente per il paese di produzione, infatti le donne orientali sono sempre molte attente alla cura della pelle del viso, spesso i loro volti sembrano essere di porcellana. Per ottenere questo incarnato, oltre a non esporsi mai al sole, utilizzano prodotti che garantiscono risultati eccellenti. In secondo luogo mi ha colpito, come spesso accade quando faccio un acquisto di make-up o skin care, il packaging essenziale ma d’effetto, saranno state le scritte con ideogrammi presenti sulla confezione? Certamente tutto ciò che riguarda l’Oriente, ed in particolare il Giappone e la Corea cattura la mia attenzione a maggior ragione se si tratta di qualcosa che ha a che fare con il mondo del beauty. Trovo che questi paesi abbiano una marcia in più in questo campo e commercializzino innumerevoli prodotti e gadget adatti a qualsiasi esigenza.

Natural charcoal peel-off mask: caratteristiche

natural charcol peel-off mask
La crema ha una consistenza non troppo fluida, scorrevole e piacevole al tatto, che consente di stendere il composto sul viso con estrema facilità senza farlo colare.

Il colore è di un nero intenso, insolito per i consueti prodotti di skin care routine, questo è dovuto alla presenza di polvere di carbone, grazie alla quale la crema aumenta la propria efficacia.

Per quanto riguarda l’applicazione, utilizzo questa maschera due volte alla settimana, stendendola in modo uniforme principalmente sulla zona T, evitando il contorno occhi ed il contorno labbra in quanto zone particolarmente delicate.
Prima dell’utilizzo è necessario detergere la pelle ed eliminare le oleosità tipiche della zona, dopo aver applicato la crema, questa va lasciata agire per dieci o quindici minuti fino a quando il prodotto non risulta secco al tatto. A questo punto per rimuoverla basterà sollevare delicatamente da un estremità la pellicola che si è creata, come se fosse un normale cerotto, visto che si tratta di una maschera peel-off.

                    natural charcoal peel-off mask

Guardando in controluce noterete le impurità presenti, so che non è una bella immagine, ma vi assicuro che vi darà un senso di infinita soddisfazione. La pelle del viso risulta setosa al tatto, i pori minimizzati e l’incarnato luminoso; sul naso i “buchi” lasciati dai punti neri restano visibili per qualche minuto. Questo prodotto non rende la pelle secca e non da quella spiacevole sensazione di viso che “tira” come spesso accade con maschere purificanti. Il profumo è molto delicato e percepibile soltanto quando si annusa il prodotto dal tubo, infatti la fragranza alla mora svanisce non appena si stende la maschera. La prima nota olfattiva che si sente ricorda qualcosa di fresco e pulito, fortunatamente non ha quell’odore chimico e sgradevole che spesso hanno molti prodotti .
Per aumentare l’efficacia del prodotto vi consiglio di effettuare, prima del trattamento, una sauna facciale con dell’acqua calda e qualche olio essenziale, oppure di utilizzarla immediatamente dopo una doccia, in quanto il vapore facilita la dilatazione dei pori favorendo la penetrazione del trattamento.
In passato ho utilizzato diversi prodotti che mi aiutassero nella battaglia quotidiana contro i malefici punti neri, cerottini specifici, maschere di vario genere, impacchi di argilla, trattamenti fai da te ispirati alle ricette della nonna, ma nessuno di questi mi ha mai dato risultati tangibili e immediati come natural charcol peel-off mask.
Ho voluto testarla anche su di un’altra persona, facendo fare la cavia al mio compagno, che dopo alcune rimostranze ha ceduto, e si è sottoposto al trattamento, verificando personalmente la validità del prodotto: la sua reazione è stata così positiva che spesso mi ruba dal vanity table la maschera.

Qualche avvertenza in merito all’utilizzo: la crema non va stesa su zone irritate, con eczemi, escoriazioni o ferite; se avete la pelle particolarmente sensibile fate un test prodotto su una piccola zona, se avvertite un bruciore o rossore insolito risciacquate immediatamente.

Natural charcoal peel-off mask

INCI natural charcoal peel-off mask

Incuriosita dalla presenza della polvere di carbone, ho voluto analizzare l’inci della natural charcoal peel-off mask per farmi un’idea più approfondita dei componenti e, “biodizionario alla mano” ecco a voi il risultato:

ACQUA accettabile,
DISODYUM EDTA inaccettabile,
MICROCRYSTALLINE CELLULOSE accettabile,
XANTHAN GUM vai che va bene,
MAGNESIUM vai che va bene,
ALLUMINIUM SILICATE accettabile,
POLYCINYL ALCOHOL qualche problema,
CHARCOAL POWDER vai che va bene,
ALCOHOL accettabile,
PEG-60 qualche problema,
HYDROGENATED CASTOR OIL vai che va bene,
BUTYLPARABEN inaccettabile,
MORUS ALBA LEAF EXTRACT vai che va bene,
COIX LACRYMA-JOBI MA-YUEN SEED EXTRACT vai che va bene.

Ammetto che gli ingredienti mi hanno sorpresa, abitualmente non presto mai eccessiva attenzione ai componenti dei prodotti che utilizzo, ma vedere che questa maschera ha un inci piuttosto buono mi ha fatto davvero piacere, soprattutto perché va utilizzata sul viso. Gli ingredienti da evitare sono pochi, purtroppo il DISODYUM EDTA è presente in dosi generose poiché occupa il secondo posto nella lista.
La confezione contiene 80 g di prodotto e dura 12 mesi dall’apertura.

Un altro punto a favore di questa maschera, che è ha conquistato il ruolo di must have per la mia skin care, è sicuramente il prezzo che varia dai 5$ ad un massimo di 10$. Il prodotto, attualmente, è reperibile solamente online su siti come Amazon, Ebay e Aliexpress.

In conclusione sono assolutamente soddisfatta della natural charcoal peel-off mask, sia per il rapporto qualità prezzo sia per l’effettiva resa che questo prodotto da, il risultato promesso dallo slogan scritto sulla confezione si ottiene realmente ed è visibile sin dal primo utilizzo.

Natural charcoal peel-off mask