La cosa più importante quando si realizza un trucco è la base: possiamo creare uno smokey eyes perfetto e un trucco labbra impeccabile, ma se manca una buona base e si vedono le imperfezioni della pelle o l’incarnato non è regolare qualsiasi trucco perde immediatamente tutto il suo fascino.

La base deve risultare naturale, deve uniformare l’incarnato e levigare la pelle.

palette correttori

Se abbiamo molte imperfezioni ovviamente non possiamo abbondare solo di fondotinta o comunque sprecare la boccetta per coprire tutte le imperfezioni, dato che il fondotinta serve più che altro a regolare la tonalità della pelle e a nascondere solo micro imperfezioni. Qui entrano in gioco i correttori, che dobbiamo imparare ad usare in base all’effetto che desideriamo.

Tipi di correttori

correttori

I correttori in emulsione sono i più comuni, sono fluidi e sono soprattutto adatti alle zone più sensibili del viso, come per esempio il contorno occhi. Questo prodotto è molto più leggero dei correttori compatti: per questo è adatto alle occhiaie o alle zone che comunque non richiedono una grande coprenza.

I correttori colati possono essere in cialda o in stick, sono più pastosi e si utilizzano per coprire zone specifiche del viso come per esempio macchie o brufoli. Per coprire imperfezioni ben marcate i correttori devono aderire perfettamente alla pelle e soprattutto non spostarsi, i correttori colati sono più pesanti per avere una maggiore aderenza e coprenza. Se usati nella zona delle occhiaie o del contorno occhi questo tipo di correttori tendono a segnare molto e creare linee o pieghe di colore.
I correttori colati possono essere anche in matita e oltre a coprire piccole imperfezioni possono essere usati anche per definire il contorno labbra o la linea di eyeliner.

I correttori camouflage coprono davvero molto bene (pensate che con questi correttori si possono coprire addirittura i tatuaggi), il motivo è che contengono molto pigmento all’interno.
Si trovano in tutte le versioni, anche liquidi. Questo tipo di prodotto è molto duro se in versione compatta ma aderisce perfettamente alla pelle.

I correttori minerali coprono bene ma sono più leggeri. Sono adatti a chi vuole un effetto velato e non deve coprire grosse imperfezioni.

Le palette di correttori

Palette correttori

Foto di Maquillages Yeux Marrons

Molte case cosmetiche nell’ultimo periodo non si limitano più a lanciare solo le boccette con un unico correttore, ma creano palette correttori con una vasta gamma di colori.
Queste palette sono molto convenienti, perché in base all’imperfezione che vogliamo eliminare possiamo cambiare il colore del correttore. Utilizzando una palette potremo coprire di più e spendere meno rispetto a quello che spenderemo comprando i singoli prodotti.

Le palette si presentano molto bene, sono leggere, piccole e piatte. Sono molto comode e per le loro dimensioni si possono portare anche in borsetta in caso servano ritocchi.

È vero che non c’è la quantità di prodotto che potrebbe esserci in una confezione singola, ma anche il prezzo è ridimensionato.

Oltre ai normali toni che vanno dal rosato al marrone scuro, nelle palette di correttori troviamo solitamente anche un rosa o violetto, un giallo, un verde acqua che sembra quasi azzurro, un arancione e un grigio. I colori che potete trovare nella palette possono variare, ma solitamente sono questi i più diffusi.

I correttori colorati

correttori colorati

Prima di capire come utilizzare gli strani colori all’interno della nostra palette, dobbiamo sapere che i colori complementari quando vengono sovrapposti si annullano a vicenda.

Dunque se abbiamo un’imperfezione o una discromia rossa sul viso dovremo andare ad utilizzare un correttore verde, perchè il verde è il complementare del rosso. Il correttore compatto verde va applicato con un pennello dalla punta fine sui punti specifici come foruncoli o capillari spezzati.

Una discromia rossa può essere la couperose, che di solito si trova sulla guancia ed è un rossore dovuto a piccoli capillari sul viso. In questo caso si può anche usare del correttore verde in polvere e mescolarlo alla crema da viso, il colorito risulterà più naturale. Esistono comunque prodotti specifici per la cuperose, creme idratanti di tonalità verdi!

Le discromie viola o blu invece comprendono i lividi o le vene e si correggono con il correttore giallo o arancio perchè sono colori caldi e complementari del viola o blu.
Se le occhiaie tendono al viola è meglio utilizzare il colore giallo, se invece tendono al blu è più consigliabile una sfumatura di arancione.

I correttori rosa o violetto servono per ravvivare il colorito spento, ma anche per attenuare un sottotono giallastro che può esserci in pelli olivastre. Il colorito naturale può anche tendere al grigio a causa del fumo delle sigarette e questi correttori servono appunto per creare un colore di pelle più vivo e naturale.
Il rosa darà più luce alla pelle rispetto al viola e anche in questo caso si può mescolare alla crema per il viso e stenderlo per ottenere un effetto omogeneo e che vada a coprire tutto il viso.

Tutti questi inestetismi vanno comunque curati e non solamente coperti con il trucco.

Coprire occhiaie e borse

correttore borse

Persino le occhiaie da sole, se non coperte e ben visibili, andrebbero a rovinare qualsiasi trucco se gli occhi sono il centro dell’attenzione; inoltre, creano un effetto non molto salutare sul viso.
Le occhiaie vanno lasciate per ultime, dopo aver preparato tutta la base con primer, fondotinta e correttore possiamo dedicarci alla zona degli occhi.

Il primer occhi va applicato sulla palpebra mobile, non sotto gli occhi.

Applicate il correttore sotto gli occhi, il concealer in questo caso non deve essere asciutto altrimenti  andrà ad infilarsi nelle piege e si vedrà molto.

I colori più adatti sono i pigmenti del color pesca che coprono le occhiaie marroni o bluastre.

Per applicare il correttore potete usare un pennello sintetico che stenderà meglio il prodotto e con la punta rotonda, dopo averlo applicato potete stenderlo con le dita che grazie al calore faciliteranno la stesura del prodotto. Dovete picchiettare leggermente con i polpastrelli e non tirare il correttore o toglierete il prodotto invece di stenderlo.

Dopo che il correttore si sarà asciugato potete fissarlo con della cipria molto leggera.

Infine ricordate di scegliere la tonalità giusta di correttore, di non esagerare nella quantità, di sfumare molto bene e di truccarvi sempre con la luce giusta o i risultati saranno disastrosi!

correttori