Sappiamo bene quanto sia importante l’immagine nell’era in cui viviamo e sempre più spesso le donne, superati i 40 anni, desiderano mantenere la pelle, specie del volto, maggiormente compatta, tonica e luminosa, perché si sa, l’aspetto del viso non mente. Non tutti però amano ricorrere alla chirurgia estetica con trattamenti invasivi e che prevedono inevitabilmente un ricovero ospedaliero o un day hospital, senza contare che sono molte le persone che non amano nemmeno l’idea di ricorrere ad iniezioni e filler, pertanto viene data la priorità a trattamenti estetici meno invasivi e dai costi notevolmente inferiori che assicurano comunque risultati più che soddisfacenti.

La medicina estetica negli ultimi anni ha fatto passi da gigante e trattamenti come il microneedling rappresentano sicuramente la nuova frontiera del ringiovanimento senza troppi sacrifici o spese folli!

microneedling

Microneedling: di cosa si tratta?

Il microneedling è una tecnica applicata in dermatologia estetica di nuova generazione che viene impiegata per rivitalizzare, conferire turgore e rigenerare in profondità la pelle (sia l’epidermide superficialmente che il derma in profondità) sia del viso che del corpo attraverso l’utilizzo di due particolari apparecchiature:

  • Dermaroller: si tratta di una sorta di manipolo dotato di un’estremità su cui è posto un rullo nel quale sono inseriti 540 micro aghi in titanio che hanno una lunghezza variabile da 0,25 mm a 2 mm in base al tipo di trattamento da effettuare.
  • Penna ad aghi: ha sostituito negli ultimi anni il dermaroller in quanto maggiormente funzionale ed efficace. Si tratta di una “penna elettrica” dotata di 11 micro aghi che penetrano nella cute a velocità controllata fino a 25 volte al secondo. Questi minuscoli aghi sono concepiti per stimolare la produzione di nuovo collagene una volta inseriti nella cute, in modo da rendere così progressivamente l’aspetto della pelle visibilmente rimpolpata, notevolmente più giovane.

È opportuno precisare, per quanto riguarda il microneedling, che la penna elettrica ha la stessa funzionalità del dermaroller ma col vantaggio di poter variare la profondità di inserimento degli aghi senza la necessità di doverli sostituire nel corso del trattamento. Il dermaroller, al contrario, è indicato se vogliamo trattare zone del corpo maggiormente estese in quanto molto più pratico e maneggevole rispetto alla penna elettrica, maggiormente adatta per zone limitate e più delicate, come ad esempio il viso.

Microneedling: come agisce?

Abbiamo detto che il microneedling è utile come trattamento per il ringiovanimento cutaneo, ma un’espressione di questo genere risulta riduttiva.

Il microneedling stimola la produzione di collagene di tipo 3, ossia quella tipologia di collagene che caratterizza la parte fibrosa del derma e che determina tono e compattezza della pelle. Grazie anche alla conseguente stimolazione della micro circolazione e dell’azione dei fibroblasti, che riattivandosi comportano questo aumento del tono cutaneo, il trattamento è pertanto indicato anche per ridurre progressivamente cicatrici e smagliature riportando la pelle al suo aspetto migliore.

In sintesi attraverso i naturali meccanismi attuati dai fibroblasti grazie alla stimolazione degli stessi, viene prodotto nuovo collagene, elastina e nuovi vasi sanguigni che determinano progressivamente un vero e proprio rimodellamento e rassodamento della zona trattata con risultati assolutamente visibili.

penna elettrica microneedling

Microneedling: quando effettuare il trattamento?

Abbiamo detto che il microneedling è utile non solo per ringiovanire l’aspetto della pelle, ma per trattare numerose altre problematiche quali:

  • Cicatrici di vario genere: traumatiche, da ustioni e acneiche su aree estese del viso
  • Rughe: rughe perioculari, glifiche e d’espressione (in questo caso vengono minimizzate ma sono soggette a ricomparsa)
  • Smagliature: rosse cioè di recente formazione, e bianche ormai cronicizzate
  • Cellulite: a qualunque stadio essa sia
  • Photoaging: segni del tempo, atonia, macchie solari, pelle asfittica o particolarmente sottile
  • Iperpigmentazione: trattamento di macchie dovute ad una sovraproduzione di melanina
  • Caduta dei capelli: alopecia

Il microneedling aiuta a risolvere in maniera per nulla invasiva numerose problematiche che tendono ad affliggere noi donne con l’avanzare naturale dell’età, in totale sicurezza e senza la necessità di affrontare un post-operatorio. Inoltre, di prassi, durante le sedute vengono introdotti nel derma specifici cosmeceutici che incrementano l’efficacia del trattamento in modo da raggiungere risultati ancora più apprezzabili.

Microneedling: le fasi del trattamento

Tre sono le fasi principali attraverso le quali avviene una seduta di microneedling:

  • Prima fase: sulla zona cutanea da trattare vengono applicati specifici mix di acido ialuronico, vitamine e oligoelementi calibrati in base alla tipologia di trattamento da effettuare.
  • Seconda fase: attraverso il dermoroller o la penna elettrica ripetutamente passati sulla pelle, vengono creati, con l’ausilio degli aghi, i microcanali cutanei attraverso i quali possono penetrare i principi attivi applicati precedentemente.
  • Terza fase: prima di terminare la seduta, vengono nuovamente applicati i mix di acido ialuronico, vitamine e oligoelementi al fine di agevolarne maggiormente la penetrazione e incrementarne l’efficacia.

Il trattamento, qualora venga raggiunta una profondità cutanea di 0,5mm, risulta totalmente indolore. Solitamente, quando è previsto l’utilizzo di aghi di lunghezza maggiore, viene applicata circa 40 minuti prima del trattamento una pomata anestetica, in modo da non percepire alcuna sensazione fastidiosa durante il trattamento.

Una volta terminata la seduta di microneedling non è previsto alcun post-operatorio: i piccoli canali creati durante il trattamento tendono a richiudersi nel giro di pochi minuti, non vi è sanguinamento ma possono comparire leggeri rossori che tendono a risolversi naturalmente nel giro di qualche ora. La sola indicazione prevista è solitamente l’applicazione successiva di specifici cosmeceutici che verranno prescritti dal dermatologo in base alla problematica trattata.

È comunque sempre opportuno applicare una protezione solare anche in inverno, prima di tornare regolarmente alle proprie attività quotidiane.

Microneedling: i prezzi per ogni seduta

Un trattamento completo di microneedling prevede solitamente un ciclo completo di tre sedute da effettuare ad un mese di distanza l’una dall’altra. Ovviamente i prezzi variano in funzione della zona da trattare e a valutare caso per caso sarà il dermatologo. I prezzi indicativamente si aggirano tra i 200 e i 300 euro a seduta.

La medicina estetica ha fatto progressi e fortunatamente oggi è possibile essere belle, giovani e in forma senza troppi sforzi e a costi tutto sommato abbordabili. Tuttavia è sempre opportuno prendersi cura della propria pelle adottando una routine quotidiana sia per il viso che per il corpo, appropriata al nostro tipo di pelle per combattere l’invecchiamento e preservare la nostra salute a lungo.

È vero che esistono strumenti che ci riportano la tanto agognata giovinezza, ma è anche vero che se possiamo posticiparne l’utilizzo è anche meglio!

Dermaroller