Di sicuro avrete sentito nominare o conoscete il contouring: la tecnica di trucco che va a scolpire e illuminare il viso utilizzando una terra più scura della nostra pelle e un illuminante più chiaro.

Sempre più popolare è anche l’hair contouring: una tecnica di colorazione dei capelli che va ad agire sulla nostra chioma in modo da rimodellare la forma del viso.

Come i tagli di capelli mirati possono riequilibrare un naso pronunciato, un viso lungo, un mento appuntito o un viso tondo, anche diverse gradazioni di colore in precisi punti della chioma possono produrre lo stesso effetto. Cambierà infatti la percezione del nostro viso se aggiungiamo schiariture o andiamo a scurire i capelli attorno ai lati del viso, sulla frangetta o sulle punte.

L’hair contouring è stato ideato da L’Oréal Professionnel: lo scopo è quello di incorniciare il viso grazie al giusto colore di capelli.

hair contouring prima dopo

L’hair contouring, come citato sopra, è una tecnica di colorazione dei capelli che combina l’applicazione a mano libera di toni chiari e toni scuri dando alla chioma profondità diverse. Lo scopo è andare ad illuminare certe aree del viso e camuffarne altre. I toni più scuri creano ombre e sono utilizzati appunto per distogliere l’attenzione da certi difetti come per esempio un mento appuntito o un viso lungo.
Il posizionamento del colore dev’essere selezionato con cura in modo che si crei davvero un’illusione ottica e il viso appaia più definito.

Prima di procedere con l’hair contouring è necessario capire qual è la forma del nostro viso tirando indietro i capelli, guardando dritto verso lo specchio e disegnando la forma del viso esattamente come lo vedete.

Il colorista che vi farà i capelli deve essere abbastanza esperto: dovrà per prima cosa capire quali sono i vostri tratti predominanti, la forma del viso e la struttura ossea. Dopo di che dovrà decidere dove andranno posizionati i colpi di luce e le ombre in modo da riscolpire la forma del vostro viso e correggere eventuali “imperfezioni”. Solitamente si vuole arrivare ad avere un viso che sembri più ovale possibile in quanto l’ovale è considerato da molti “la forma perfetta” grazie al fatto che sta bene con qualsiasi taglio e colore di capelli.

Per creare e mantenere un effetto naturale il colorista dovrà scegliere dei toni di colore che non siano troppo chiari o troppo scuri, consigliati colori di due toni più chiari e due toni più scuri al massimo. Per la scelta dei colori da utilizzare entra in gioco anche il colore della pelle: i toni devono far risaltare, illuminare e valorizzare anche il colore della carnagione.

Il colore è applicato a mano libera e i colpi di sole vengono fatti un po’ alla volta in modo da definire meglio le singole ciocche e capire che risultato si sta ottenendo.

In pratica le schiariture e i colpi di sole donano una sensazione di volume al viso e allargano certi tratti. I toni scuri invece tendono ad assottigliare, da utilizzare quindi soprattutto su visi tondi.

Quando procedete con questo tipo di colorazione scegliete sempre un parrucchiere professionista che sappia consigliarvi al meglio il colore che più starà bene con il vostro viso e la vostra carnagione. Perché la colorazione risulti il più naturale possibile il colorista deve fare molta attenzione a come dispone il colore, a come divide le ciocche di capelli e all’applicazione stessa della tinta.
Il tipo di applicazione di questo colore rende il taglio molto semplice da portare e facile da gestire: la ricrescita infatti sarà morbida e diffusa.

Hair contouring in base alla forma del viso

hair contouring

Fonte: lorealprofessionnel.com

  • Viso tondo: questo tipo di viso ha larghezza e lunghezza simmetriche e il mento arrotondato. Per allungare un viso tondo bisognerà renderlo più dolce puntando quindi su tonalità chiare dall’attaccatura fino alle orecchie e dalle orecchie in giù puntare su tonalità più scure. In questo modo verrà allungata la parte più alta del viso.
    La riga va in mezzo e serve appunto per dare l’impressione di un viso più ovale.
  • Viso ovale: chi ha la forma del viso ovale non avrà nessun tipo di problema (come per la frangia) dato che il viso ovale sta bene con qualsiasi taglio e colore. L’unico obiettivo che ci si potrebbe porre potrebbe essere quello di enfatizzare maggiormente questa fisionomia puntando su tinte e tagli di capelli piene che diano luce e brillantezza al viso in modo da aggiungere profondità, consistenza e luminosità. Per quanto riguarda la riga può essere sia laterale che in mezzo essendo questa forma del viso la più versatile.
  • Viso squadrato: il viso squadrato è un viso dalle linee dure, in cui fronte e mandibola hanno la stessa ampiezza. Come colore l’ideale è creare molti livelli e molto movimento, alternando il contrasto luce/buio a tutti gli angoli del viso soprattutto attorno alla mascella e sulle tempie in modo tale da alleggerire e creare profondità.
    La riga va meglio in mezzo come per il viso tondo, i capelli però non vanno portati dietro alle orecchie o tutto il lavoro di contouring sarà vanificato. Anche i tagli scalati possono aiutare molto un viso squadrato.
  • Viso allungato:  le tonalità scure andranno concentrate lungo l’attaccatura, tenere quindi le radici più scure in modo da appiattire la parte alta della testa, schiarire quindi le lunghezze per dare più volume e far apparire il viso più largo. Lo scopo è quello di creare l’illusione di tagliare sottilmente il viso e accorciare la sua forma.
    Come riga meglio quella da un lato.
  • Viso a forma di cuore: la forma di questo viso è a triangolo invertito, mentre la fronte è ampia il mento è appuntito. Anche qui dobbiamo andare ad arrotondare il viso e lo faremo concentrando le ciocche intorno alla mandibola e alla orecchie per ammorbidire la parte inferiore del volto.
    Anche in questo caso riga laterale per creare maggiore equilibrio e ridurre lievemente le dimensioni della fronte. 

Hair contouring sulle celebrità

Passiamo a qualche esempio concreto di hair contouring:

hair contouring

Penelope Cruz (nella prima foto) non ha colpi di sole alla base o sulla nuca, in quei punti infatti si crea un’ombra. Quest’ombra va ad assottigliare e addolcire gli angoli del mento e crea l’illusione di un collo più lungo.

La modella Lily Alridge (seconda foto) non ha colpi di sole sulla parte alta della fronte o sulla riga, ciò tende ad accorciare il viso di Lily e alleggerisce la forma quadrata della fronte. Le ciocche di capelli più chiare iniziano all’altezza degli occhi, per questo la nostra attenzione si concentra principalmente sullo sguardo.

In Miranda Kerr (terza foto) la nostra attenzione va maggiormente al centro della fronte perché i colpi di sole sono lì: questo ci distrae dalla larghezza della fronte. Avere inoltre i punti luce vicino al mento ammorbidisce la sua forma e lo fa apparire più proporzionato.