La french manicure è stato il primo vero look per unghie universalmente utilizzato e riconoscibile a tutti. Nasce dalla casa produttrice americana Orly dal manicurist Jeff Pink.

orly french manicure

Come nasce la french manicure

Jeff Pink negli anni ’70 lavorava sui set di Hollywood come manicurist e spiega che l’idea per il look della french manicure gli venne nel 1975. I registi chiedevano uno stile versatile per quanto riguardava le unghie che dovevano andare a completare i guardaroba delle star. Quello che cercavano era un unico look che si abbinasse e adattasse a tutti i vari cambi d’abito. Prima della french manicure i manicurist erano soliti cambiare svariate volte gli smalti delle attrici e questa abitudine portava via troppo tempo alle riprese.

Pink dichiara: “una volta che ho insegnato agli stilisti delle star a dipingere le unghie con la punta bianca incurvata le celebrità se ne sono innamorate! Ho capito che il look più elegante e universale è quello naturale.”

Così nacque la french manicure, che presto iniziò ad essere un trend diffuso in tutto il mondo. Venne chiamata “french” manicure perchè dai set cinematografici hollywoodiani spopolò anche sulle passerelle d’alta moda parigine, attirando su di se gli occhi di donne da tutto il mondo.

Ancora oggi la french manicure viene riconosciuta come il look elegante e classico per eccellenza, è portabile da donne di tutte le età e adatto ad ogni occasione.

Cosa serve per realizzare la french manicure

Per realizzare la french manicure vi serviranno:

  • Lime per unghie, dritte o curve che vadano a modellare l’unghia anche negli angoli.
  • Uno strumento per spingere le cuticole: spingerle, non tagliarle!
  • Uno smalto base coat e un top coat. Se non volete comprare due prodotti esistono degli smalti che possono svolgere entrambe le funzioni.
  • Uno smalto bianco matte per disegnare le punte e uno smalto semitrasparente con una leggera tonalità pastello: c’è chi preferisce un rosa chiaro o un color carne, qui sta al gusto personale scegliere!
  • Dell‘acetone e dei cotton fioc in caso dobbiate smussare gli angoli.

lime per french manicure

Come realizzare la french manicure a casa

La soluzione più semplice è quella di andare in un salone di bellezza e farsele fare con il gel. A lungo andare, però, può risultare poco economico: per questo motivo possiamo provare a farle a casa.

Le prime volte quasi sicuramente i risultati non saranno perfetti, ma la pratica in questo caso può davvero aiutarci; quindi più ci esercitiamo a disegnare la french manicure più i nostri risultati miglioreranno.

Per prima cosa preparate le unghie, iniziate a limarle per dar loro la forma desiderata. Le unghie per essere limate devono essere completamente asciutte, quindi non limatele dopo averle messe in ammollo nell’acqua perché risulteranno troppo difficili da modellare.

Per la french manicure le vostre unghie dovrebbero essere quadrate ma c’è chi le preferisce più tondeggianti, dunque potete scegliere la forma che più vi piace.

La seconda cosa da fare è pulire sotto alle vostre unghie: limandole potreste aver lasciato dei depositi di polvere che è bene andare a rimuovere. Le unghie si sporcano facilmente ogni giorno quindi è consigliabile pulirle spesso o con una spazzolina o con uno strumento apposito, cercando ovviamente di non fare troppa pressione o spingere troppo sotto le vostre unghie facendovi male.

Dopo aver pulito le unghie dovrete spingere indietro le cuticole. Ora potete immergere le vostre mani nell’acqua e lasciarle ammollo per cinque minuti, dopo di che potrete usare uno strumento apposito per spingere le cuticole.
Mentre le spingete ricordatevi di non esercitare troppa pressione perché potrebbe indebolire le unghie.
Per proteggere le cuticole poi potrete applicare dei balsami appositi, ne esistono di diversi tipi in commercio e sono davvero economici, il prezzo medio è di un dollaro. I balsami per cuticole servono ad idratare e fanno da barriera per quando andrete ad applicare lo smalto.

Applicate poi della crema mani per idratarvi e rimuovetela dalle unghie con dell’acetone. L’acetone andrà anche a rimuovere qualsiasi umidità dalle unghie in modo che lo smalto si fissi meglio. In commercio si trovano delle confezioni di acetone che idratano l’unghia e non la rendono secca rovinandola.

Ora potete iniziare applicando la base. Lo smalto che vi farà da base serve per uniformare l’unghia e rendere la stesura più duratura.

Quando la base si sarà asciugata potrete procedere al disegno della lunetta, la parte più difficile della manicure. Per facilitarvi il disegno un consiglio è quello di tenere il pennellino dello smalto fisso poggiato sull’unghia e far ruotare l’unghia, in modo che sia l’unghia stessa a creare il disegno. Soprattutto per chi è agli inizi in questo modo si evita che la mano con il pennellino tremi o sia imprecisa nel disegno. Il pennello inoltre non deve essere mai troppo carico di smalto.

Dopo che avrete disegnato la lunetta su tutte le unghie e lo smalto si sarà asciugato andate a correggere eventuali imperfezioni, con una penna correttiva o con un cotton fioc impregnato di acetone andate a smussare gli angoli e correggere la forma.

Se dopo aver corretto le imperfezioni il colore non vi sembra abbastanza, potete passarci leggermente lo smalto bianco per una seconda volta.

Quando lo smalto bianco sarà completamente asciutto potrete applicare lo smalto color pastello su tutta l’unghia.
L’ultimo step, quando lo smalto color pastello si sarà asciugato, è quello di passare il top coat che andrà a rendere l’unghia omogenea e liscia; inoltre farà in modo che lo smalto duri molto di più.

french manicure

Lunette e scotch

In alternativa, chi proprio non se la sente di disegnare la lunetta a mano libera può utilizzare delle lunette adesive apposite, si possono trovare in qualsiasi negozio che vende smalti e accessori per unghie. Per chi vuole una soluzione più immediata invece si può usare dello scotch come guida.

lunette french

Reverse French Manicure e altri trend

Dalla french manicure sono nati moltissimi trend soprattutto dalle passerelle d’alta moda. Il “reverse french” è una tecnica che consiste nel disegnare la lunetta sulla parte bassa dell’unghia invece che su quella alta.

Sempre dalle passerelle poi nascono diverse interpretazioni della french manicure, da quella multicolor a quella realizzata con colori opachi o brillantini, ecco una gallery con i look più belli.

French Manicure: da quella colorata alla reverse (15 foto)

Il mondo della moda ci mostra in passerella diverse interpretazioni della classica french manicure, da quella multicolor a quella realizzata con colori opachi o brillantini, ecco una gallery con i look più belli.