Essere sempre al top e avere un look curato è il desiderio di tutte le donne. In particolare per ciò che riguarda i capelli, ogni donna vorrebbe uscire di casa perfettamente in ordine con un hayrstayling da far invidia a qualsiasi parrucchiere! Oggi infatti sono sempre più le donne che optano per messe in piega e tinture homemade che consentono non solo un risparmio dal punto di vista economico, ma anche, se fatte bene, di ottenere ottimi risultati.  Il problema è che non tutte sono così esperte nell’adoperare gli strumenti del mestiere, ma grazie allo sviluppo della tecnologia è oggi possibile realizzare una piega perfetta in poco tempo, basta solo seguire qualche accorgimento  ma soprattutto conoscere qualche trucchetto da mettere in pratica.

Molte non sanno che il risultato di una piega dipende non solo dai prodotti utilizzati quali shampoo e balsamo, ma anche dal tipo di spazzola che si adopera.

Così come esistono differenti tipologie di capelli, esistono di conseguenza differenti tipi di spazzola.

Spazzole per capelli

Non sembra, ma scegliere la spazzola giusta in base alla propria chioma e all’utilizzo che se ne vuole fare è fondamentale per  la riuscita della messa in piega. Nel caso adoperiate una spazzola sbagliata potreste non solo accentuare il temutissimo “effetto crespo”, ma addirittura rovinereste i vostri capelli spezzandoli. Non sottovalutate dunque la scelta di questo strumento, solo così otterrete il risultato desiderato.

Ma vediamo ora nello specifico quanti tipi di spazzole per capelli sono in commercio e come utilizzarle.

Tipologie di spazzole per capelli

Le spazzole si differenziano per forma, materiali e setole.

Il materiale ideale è il legno, particolarmente adatto per chi ha una cute delicata, ma soprattutto per capelli che tendono a spezzarsi. Il legno infatti, in quanto conduttore naturale, favorisce l’eliminazione dell’elettricità statica contrastando così l’effetto crespo.

Per quanto riguarda la forma delle spazzole esistono:

  1. Spazzola vent: accessorio indispensabile per districare i nodi dei capelli. Rettangolare, caratterizzata da denti ben distanziati tra loro, viene ampiamente utilizzata come sostituta del classico pettine in quanto decisamente più delicata.  
  2. Spazzola piatta o a remo: anche questa spazzola è rettangolare, ma decisamente più larga della vent. È caratterizzata da un cuscino d’aria a denti larghi. In vendita ve ne sono differenti tipologie, ma consiglio sempre di optare per quella in legno che aiutano a contrastare il problema dei capelli elettrici.
  3. Spazzola tonda o a rullo: così come si può dedurre dal nome, questa spazzola ha una forma arrotondata e viene utilizzata principalmente per la messa in piega. Esistono varie dimensioni di questa tipologia di spazzola che generalmente variano in base alla lunghezza dei capelli. Ovviamente se i capelli sono lunghi dovrete utilizzarne una con un diametro più ampio, al contrario se la chioma è corta è preferibile utilizzare una spazzola tonda dal diametro più piccolo.
  4. Spazzola senza manico: il modello più conosciuto è la Tangle Teezer. È un tipo di spazzola con setole in plastica morbida perfetta da utilizzare sotto la doccia, con capelli dunque bagnati, per districare i nodi, anche quelli più difficili senza comunque rovinare i capelli.

Per quanto riguarda le setole invece le spazzole possono avere:

  • Setole naturali: le spazzole in setole naturali più utilizzate sono quelle in pelo di cinghiale. Queste setole sono importanti per la salute del capello in quanto favoriscono la rimozione delle impurità e distribuiscono lungo il fusto della chioma l’eccesso delle sostanze nutritive.
  • Setole sintetiche o di nylon: queste setole sono particolarmente indicate per realizzare pettinature e per lo styling in generale.

Come scegliere la spazzola giusta

Come vi ho accennato in precedenza, utilizzare la spazzola giusta è importante per avere capelli sani e ottenere un’asciugatura perfetta in base alle vostre esigenze.

Ma come scegliere la spazzola giusta?

Primo passo da compiere nella scelta di questo strumento è tenere presente la tipologia dei vostri capelli e lo styling che volete ottenere.

Più precisamente:

Se avete capelli lisci, optate per una spazzola con setole naturali oppure in legno. A seconda della lunghezza potrete scegliere quale spazzola utilizzare. Nel caso abbiate capelli corti, orientatevi verso una spazzola rettangolare con denti abbastanza lunghi. Se invece  i vostri capelli sono lunghi adoperate  una spazzola avente una base decisamente ampia.

Se la vostra chioma è liscia e volete donargli maggiore volume optate invece per una spazzola tonda o a rullo.

Se avete capelli ricci, optate per un pettine di legno a denti larghi. La spazzola non è generalmente utilizzata da chi è riccia in quanto questa tipologia di capelli vengono pettinati esclusivamente da bagnati.

I capelli ricci una volta asciutti devono essere sistemati esclusivamente con le mani, in quanto utilizzare un pettine o una spazzola comporterebbe il rischio di rovinare il riccio naturale e aumenterebbe l’effetto crespo.

Se avete capelli grossi e spessi, optate per spazzole piatte rettangolari preferibilmente in legno per favorire così l’eliminazione del crespo e ottenere una chioma ultra lucida.

Se avete invece capelli fini, orientatevi su una spazzola piatta a forma ovale con setole morbide. I capelli fini sono particolarmente delicati e tendono facilmente a spezzarsi, vanno dunque trattati con molta cura. Le setole naturali, in particolare quelle di cinghiale, ammorbidiscono e lucidano i capelli eliminando l’elettricità.

Spazzole: modi d’uso

A seconda dell’effetto finale che desiderate ottenere, è necessario utilizzare differenti tipi di spazzola.

Vediamo nel dettaglio come utilizzare le spazzole a seconda della piega che volete realizzare.

Innanzitutto è indispensabile lavare i capelli con i prodotti che abitualmente utilizzate.

Una volta applicato il balsamo o la crema utilizzate un pettine a denti larghi, la spazzola senza manico o quella vent per districare i nodi. lasciate agire il prodotto e risciacquate e Asciugate grossolanamente i capelli con il phon lasciandoli umidi.

Se volete ottenere capelli lisci e i vostri capelli sono lunghi utilizzate una spazzola piatta, se corti una a clessidra. Pettinate delicatamente i capelli dalla radice alle punte aiutandovi con il calore del phon.  Se i vostri capelli sono ricci o comunque mossi per realizzare la piega optate per la spazzola tonda grande.

Se volete invece ottenere capelli mossi utilizzate la spazzola tonda piccola. Avvolgete la ciocca intorno alla spazzola ed effettuate piccoli movimenti rotatori lasciando scivolare la spazzola in basso direzionando il phon verso i capelli. Otterrete così delle perfette onde.

Se infine volete dare volume alla chioma utilizzate  la spazzola tonda piccola che vi consentirà di lavorare perfettamente la radice. Utilizzate la spazzola proprio come se fosse un bigodino. Arrotolate la ciocca alla spazzola, scaldatela con il calore del phon e tirate via anche in modo rapido la spazzola. Questo movimento donerà volume ai vostri capelli.

Una volta terminata la piega vi basterà un po’ di lacca o lucidante per fissare il tutto.

Con la spazzola giusta potrete  dunque avere capelli sani e realizzare una piega perfetta in poco tempo.

Spazzole per capelli